Di Maio vorrebbe dei figli, ma ora è troppo impegnato

“Vorrei tanto avere dei bambini”, confida il vicepremier Luigi Di Maio a “Mattino Cinque”. Quando? “Vedremo perché questo è un periodo della vita molto impegnato”, risponde il ministro pentastellato.

Il reddito di cittadinanza è stato “il primo lavoro”, ma “ora stiamo lavorando per il salario minimo orario” e con il dl crescita “vogliamo aiutare il ceto medio, le imprese e soprattutto quelle che esportano e portano la bellezza del Made in Italy all’estero” dice il vicepremier confermando alcuni dei contenuti del decreto crescita oggi pomeriggio all’esame del Consiglio dei Ministri, “Assicuro che non ci sarà una manovra correttiva né la patrimoniale”. 

Pubblicità

 “Sui fatti concreti, noi lavoriamo benissimo. Quando ci sono derive ultradestra, mi preoccupo e devo prendere le distanze” ha aggiunto parlando dei suoi rapporti di lavoro con Matteo Salvini.